Questo sito utilizza i cookie per fornire servizi. Ulteriori Informazioni. Proseguendo la navigazione  permetti i cookie

Info

  • Pazienti
  •  

Sezione dedicata alla documentazione utile per l'accesso in ospedale, preparazione all'intervento e decorso post operatorio, relativamente al paziente adulto e pediatrico.

  • Informazioni utili al Paziente Pediatrico

    IL VOSTRO PICCOLO

    STA PER ESSERE OPERATO: COSA ASPETTARSI?

    Il Vostro/a figlio/a è in programma per essere operato nel reparto di chirurgia della Mano dell’Ospedale San Giuseppe - Gruppo Multimedica; durante la permanenza in Ospedale vi verranno fornite molte informazioni, e spesso verranno usate parole ed abbreviazioni che non conoscete. Le seguenti spiegazioni potranno esservi di aiuto per capire cosa sta succedendo e per essere così di appoggio al vostro/a piccolo/a, affrontando in modo più sereno il ricovero.

    IL GIORNO DEL RICOVERO

    L’ ACCETTAZIONE

    Entrati in ospedale eseguirete l’accettazione presso il banco apposito all’ingresso. L’orario vi sarà stato comunicato dalla segreteria, che vi contatterà telefonicamente alcuni giorni prima del ricovero.

    Nella maggior parte dei casi il ricovero avviene il giorno dell’intervento.

    Una volta eseguite le pratiche amministrative, le hostess dell’accettazione vi forniranno le indicazioni per raggiungere il reparto.

    Le stanze sono doppie e vi sarà chiesto di condividere la camera con un altro bambino e la sua mamma. E’ permesso il pernottamento in ospedale a un solo Genitore, preferibilmente alla Madre.

    Per i bimbi programmati in ricovero di “Day Surgery”, per una medicazione in sedazione ad esempio, potrebbe essere prevista una poltrona in “open space” al piano Day Hospital e non la camera in reparto.

     

    BRACCIALETTO IDENTIFICATIVO

    All’ingresso in reparto gli infermieri metteranno al polso del vostro bambino un braccialetto identificativo con il nome,cognome e rispettivo barcode. Vi verrà chiesto il lato su cui verrà effettuato l’intervento poiché il braccialetto è posto sul lato opposto. Il braccialetto è uno strumento creato per la sicurezza del vostro Piccolo e permette al personale di identificare sempre correttamente il paziente al quale somministrare medicinali o eseguire i trattamenti indicati dal personale medico. Il braccialetto identificativo non va rimosso per nessun motivo. Non vi è alcun problema se si bagna durante il bagnetto.

    Nel momento della visita medica il lato da operare verrà marcato con un segno mediante pennarello indelebile.

     

    TEST E VISITA PRE INTERVENTO

    Per i bimbi non sono previsti esami pre- operatori (elettrocardiogramma e prelievo del sangue), salvo esigenze mediche particolari che vi verranno comunicate e giustificate. In occasione del pre ricovero un medico dell’equipe pediatrica eseguirà il colloquio con voi Genitori e valuterà il vostro bambino. E’ necessaria la firma di entrambi i Genitori sul consenso all’intervento, che vi verrà sottoposto dal medico.

    Gli infermieri potranno comunicarvi che, su richiesta del medico, dovranno essere eseguite delle radiografie (piano -2 ascensore C). Vi preghiamo di comunicare  alla segreteria o al personale infermieristico di reparto eventuali febbri, tosse, raffreddore, o malattie che il vostro bambino ha presentato eventualmente nei giorni immediatamente precedenti il ricovero. In tal caso un medico verrà a breve a rivalutare il paziente per accertarsi dell’idoneità all’intervento programmato. Se l’intervento venisse sospeso, dopo valutazione del chirurgo o dell’anestesista, è per la sicurezza di vostro figlio, che deve essere valutato in buona salute prima di un intervento chirurgico. In questo caso dovrete tornare a casa; la segreteria provvederà alla riprogrammazione dell’intervento in una nuova data, che vi verrà comunicata appena possibile.

     

    IGIENE  PRE-OPERATORIA

    Il giorno prima dell’intervento si consiglia un bagnetto. Si raccomanda una accurata pulizia delle unghie e la rimozione di eventuale smalto. Da evitare ogni tipo di depilazione nei giorni immediatamente precedenti l’intervento. Se indicato dal chirurgo, saranno gli infermieri a procedere alla preparazione del sito chirurgico a tempo debito.

     

    IL DIGIUNO PRE OPERATORIO

    Il giorno prima dell'intervento la segreteria vi contatterà per comunicare i digiuni pre operatori.  Le regole da osservare sono ferree. Lo stomaco deve essere vuoto prima di poter affrontare un intervento chirurgico in anestesia generale, per cui nessun cibo o bevanda dovrà essere ingerita dopo l’orario stabilito e comunicatovi. La mancata osservanza del digiuno potrà mettere il vostro piccolo in serio pericolo. Nel caso l’intervento fosse programmato più tardi nella giornata (non alle 7.00 del mattino) vi verranno date istruzioni precise sull’orario di una eventuale colazione e sui cibi permessi.

     

    IL SONNO IN OSPEDALE

    Lontano da casa ed in un ambiente estraneo, vostro/a figlio/a potrebbe mostrare difficoltà a prendere sonno. Consigliamo di portare un gioco personale da casa, un pupazzo o una coperta, che renda la stanza meno estranea. Dopo l’intervento, il sonno potrebbe essere disturbato e non seguire gli orari abituali, a causa delle medicine che verranno somministrate e per il cambio della routine. Non allarmatevi, è normale; il ritmo del sonno tornerà a breve alla normalità.

     

    IL GIORNO DELL’INTERVENTO

    IL MATTINO DELL’INTERVENTO

    Se il vostro Piccolo è il primo paziente programmato della mattina, vi verrà chiesto di essere pronti in camera alle ore 7.00. Si consiglia un pigiama a due pezzi (evitare le tutine intere) e nel caso il pannolino.

     

    VERSO LA SALA OPERATORIA

    Il personale ausiliario di sala operatoria accompagnerà voi e vostro/a figlio/a nella pre-sala operatoria. Non è permesso ai Genitori l’ingresso in sala operatoria. Per i bimbi più grandi è previsto il tragitto su un letto apposito; i bimbi più Piccoli potranno essere tenuti in braccio dal Genitore sino all’arrivo  nella pre-sala.

     

    MEDICINALI PRE OPERATORI

    In alcuni casi i medici prescriveranno dei medicinali che verranno somministrati, o per bocca o per via rettale, poco prima dell’ingresso in sala operatoria.  Per la maggior parte si tratta di farmaci sedativi che serviranno a ridurre l’ansia del Piccolo e a rendere meno traumatico il distacco dal genitore all’ingresso in sala operatoria. La tranquillità del Genitore è il miglior sedativo che esista per il proprio figlio.  Poiché questi medicinali possono indurre il sonno è bene che il bambino venga tenuto nel letto con voi Genitori al suo fianco.

     

    DURANTE L’INTERVENTO

    Durante l’intervento si consiglia ai Genitori di attendere in camera, ove il personale infermieristico potrà ritrovarvi per avvisarvi della fine dell’intervento, ed indirizzarvi nuovamente nella pre-sala per accogliere vostro/a figlio/a al risveglio dall’ anestesia.

     Il tempo dell’intervento è assolutamente indicativo e potrebbe prolungarsi con facilità per procedure di routine. I bambini richiedono una gestione particolare che spesso implica cure e tempo maggiori di quelli previsti.  Si sconsiglia di sostare in attesa al di fuori dell’ingresso delle sale operatorie; nessuno del personale verrà a parlare con voi durante l’intervento e fermare infermieri e medici in transito non aiuta, poiché non hanno informazioni da fornire riguardo al vostro Piccolo.

     

    DOPO L’INTERVENTO

    AL RISVEGLIO

    Potreste non incontrare il chirurgo subito alla fine della procedura. Non allarmatevi; appena possibile, e comunque sempre entro fine giornata, un componente dell’equipe verrà in camera per parlare con voi.

    In alcuni casi al termine dell’intervento vostro figlio passerà alcuni minuti nella sala “RISVEGLIO”; sarete avvisati e potrete aspettarlo nella pre-sala.

     Il pianto di un bimbo è sempre normale e non sempre significa “dolore”. Un’adeguata terapia antidolorifica viene sempre somministrata per coprire le prime ore dopo l’intervento. La terapia verrà continuata anche in reparto e aggiustata secondo le necessità, che possono variare in relazione all’intervento effettuato ed alla sede.

    Dopo l’intervento chirurgico il vostro bambino avrà un catetere venoso. Questo è utilizzato durante l’intervento per somministrare farmaci. Attraverso di esso possono essere dati analgesici e antibiotici. Il catetere (assolutamente indolore) rimarrà fino a quando il bambino è in grado di mangiare e bere senza problemi e fino a quando non è più necessaria per i farmaci.

     

    IL POST OPERATORIO: DOLORE, FEBBRE e QUALCHE CONSIGLIO.

    Dopo l'intervento tutto il personale si impegnerà a rendere la fase post operatoria il più confortevole possibile per il vostro bambino. Verrà somministrata un’adeguata terapia per il dolore e, se indicata, una copertura antibiotica. I farmaci aiutano, ma non sempre possono annullare completamente il disagio, causato in parte dalla chirurgia e in parte dalla posizione dell’arto e dalla necessità di restare a letto. Se il bambino è di almeno tre anni, l'infermiera chiederà a vostro figlio quanto dolore lui o lei ha. Incoraggiate i vostri figli ad essere onesti con l'infermiera riguardo al dolore, ma chiedere in continuazione “senti male?” non lo aiuta. La comparsa di una febbre bassa, dopo l'intervento chirurgico, può essere normale: spesso è segno della reazione del corpo ad uno stress, in questo caso all’intervento. Le febbri post operatorie sono previste e non sempre significa che c'è un problema; vanno via non appena il bambino diventa più attivo e comincia a sentirsi meglio.

    Il tratto urinario può essere lento a "svegliarsi" dopo l'intervento chirurgico. Informate l'infermiera non appena il bambino è in grado di urinare (fare pipì). Lo stomaco e l’intestino sono anch’essi lenti a "svegliarsi" dopo un intervento chirurgico. Ciò può causare in alcuni casi episodi di vomito. Dopo l’intervento vi verrà comunicato quando il bimbo potrà iniziare a bere e mangiare.

     

    CAMBI DI COMPORTAMENTO

    La chirurgia può causare dolore, cambiamenti nella routine, e sentimenti d’insicurezza, soprattutto nei bambini più piccoli. Si può notare una maggiore irritabilità, esplosioni di rabbia, irrequietezza, o altri comportamenti non usuali per il vostro bambino. Si tratta di risposte temporanee e il comportamento di vostro figlio tornerà presto alla normalità. Potete aiutare il vostro bambino ad affrontare questa fase temporanea mostrandovi sereni e tranquilli, aiutandoli e fornendo una sensazione di sicurezza e rassicurazione.

     

    LA MEDICAZIONE ED IL GESSO:

    La medicazione post operatoria sarà abbondante e ben solida grazie al posizionamento di una doccia gessata. Gli infermieri vi spiegheranno come dovrà essere mantenuto l’arto per le prime 24 ore dopo l’intervento. La posizione, anche se apparentemente scomoda, è fatta per facilitare la circolazione nell’arto, per ridurre il gonfiore  e quindi il dolore post operatorio. La medicazione si comporta come una spugna e può assorbire un po’ del sangue che drena dal sito chirurgico. E’ comune quindi vedere del sangue sporcare le garze alcune ore dopo l'intervento chirurgico. Riceverete istruzioni sulla cura della medicazione e del gesso prima di andare a casa.

     

    IL POST OPERATORIO E LA FISIOTERAPIA

    Per quanto concerne il percorso post operatorio sarà nostra premura farvi trovare all'atto della dimissione del Vostro bimbo una busta contenete la lista completa degli appuntamenti (medicazioni, fisioterapia e visite di controllo), organizzati in relazione al tipo di intervento chirurgico effettuato.  Le prime due/tre settimane di riabilitazione saranno intense con cadenza giornaliera delle sedute che andranno a diradarsi nei mesi successivi. La fisioterapia, in funzione della prescrizione del chirurgo, sarà spesso integrata dal percorso di neuro-psicomotricità per favorire l'integrazione e la corticalizzazione del gesto in base all'età evolutiva del Piccolo/a.

    Per accedere al percorso di fisioterapia sarà necessario effettuare alla prima seduta l'accettazione di tutto il percorso riabilitativo presso lo sportello di Chirurgia della mano al piano terra (area centrale). Cliccando sul tasto dedicato "chirurgia della mano" riceverete il numero di attesa. Per le sedute successive pertanto vi potrete recare direttamente al piano di riabilitazione attendendo nella sala d'attesa di essere chiamati dalla terapista.

    L'accettazione è indispensabile prima di ogni medicazione o visita; si prega pertanto il genitore di recarsi per tempo al piano terra in area accettazione.

     

    Ci auguriamo che queste informazioni vi siano utili. Non esitate a farci qualsiasi domanda Vogliamo rendere il soggiorno in ospedale per voi e per il vostro bambino il più piacevole possibile. 

  • Informazioni utili al Paziente

    In previsione di ogni accesso alla struttura per visita o ricovero ogni Paziente dovrà eseguire l'accettazione allo sportello dedicato munito di impegnativa medica (in caso di procedura SSN), di tessera sanitaria e documento di identità.

    Vi invitiamo a leggere attentamente le informazioni contenute nelle schede allegate al fine di avere ben chiaro il percorso da seguire e di rendere quanto più lieve la vostra permanenza in ospedale.